L’acqua in bottiglia è forse uno dei più grandi trucchi di marketing del secolo scorso. Le pubblicità ci dicono che l’acqua che presentano è più sana, ha un sapore migliore e ha altri benefici più che discutibili. Grazie alla pubblicità, non sappiamo se acquistare acqua sorgiva, acqua minerale o semplice acqua potabile in bottiglia.

Come funziona la manipolazione?

Il mercato dell’acqua del rubinetto e dell’acqua in bottiglia compete con le grandi lobby mondiali per importanti interessi economici. Spesso l’esito è una guerra di disinformazione per i cittadini, che non sanno più cosa sia vero e cosa sia falso. Inoltre, dobbiamo considerare l’impatto ambientale.

È una contraddizione che i maggiori consumatori di acqua in bottiglia siano i paesi con accesso ad acqua potabile di qualità. Questi consumatori non si fidano dell’acqua del rubinetto, sebbene non vi sia nessuna ragione per non farlo.

Uno dei motivi potrebbe essere il sapore dell’acqua del rubinetto in alcune zone. Ma è un’argomentazione inaccettabile se si tiene conto dell’elevato costo economico e ambientale dell’acqua in bottiglia. Inoltre, alcuni studi di degustazione in cieco dimostrano che nella maggior parte dei casi non è possibile distinguere il gusto dell’acqua del rubinetto da quello dell’acqua in bottiglia.

A volte il “cattivo” sapore dell’acqua del rubinetto in alcune zone è dovuto alla geologia del terreno. L’acqua passa attraverso diversi strati prima di essere trattata, come suoli gessosi e salini, nonché caratterizzati da durezza o livelli di cloro diversi. Tale sapore non dovrebbe mai essere associato a rischi per la salute. L’acqua potabile è soggetta a normative e controlli severi. Non supera mai i livelli di sicurezza stabiliti da organizzazioni mondiali come l’UE o l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). L’acqua potabile è uno dei prodotti alimentari più controllati.

Inquinamento e plastica

Se il gusto è il maggior nemico dell’acqua del rubinetto, l’inquinamento è il maggior nemico dell’acqua in bottiglia. Non siamo consapevoli della quantità di plastica generata in tutto il mondo. Una parte significativa è dovuta all’acqua in bottiglia . Potremmo pensare che riciclare la plastica sia sufficiente, ma la plastica non può essere riciclata all’infinito (a differenza del vetro o dell’alluminio). Inoltre, il riciclaggio consuma energia e produce inquinamento. Per questo motivo, lo scenario ideale è ridurre al minimo l’utilizzo della plastica.

I maggiori consumatori di acqua in bottiglia sono i paesi che hanno la fortuna di avere accesso garantito all’acqua potabile

QatiumAssistente intelligente

Lo sconfinato inquinamento nella produzione della plastica

La fabbricazione di una bottiglia di plastica consuma petrolio (come materia prima ed energia) e altri combustibili fossili, ma consuma anche acqua (da 1 a 2 litri per contenitore). Infine, dobbiamo tenere conto delle risorse consumate per il trasporto e la distribuzione.

D’altro canto, non valorizziamo l’enorme capacità di trasporto della rete di distribuzione dell’acqua del rubinetto, che trasporta tonnellate di acqua con un consumo energetico minimo.

water-tap

Acqua del rubinetto

Un altro aspetto negativo dell’acqua in bottiglia è il prezzo. Tuttavia, molti consumatori non si preoccupano di pagare molto di più per l’acqua in bottiglia rispetto all’acqua del rubinetto. Il costo dell’acqua in bottiglia può sembrare basso, ma può raggiungere diverse centinaia di dollari l’anno per una famiglia media. Curiosamente, un litro di benzina al lordo delle tasse costa meno di 1 litro di alcune acque in bottiglia.

A proposito di tasse, la domanda è se all’acqua in bottiglia (e in generale a tutti gli imballaggi in plastica) debba essere applicata la ben nota tassa sulle emissioni di carbonio. Molti paesi applicano già questa tassa ad altri beni di consumo.

Alla fine l’acqua del rubinetto e l’acqua in bottiglia potrebbero rivelarsi due grandi rivali come… Mac o PC? Maradona o Pelé? Ketchup o maionese? Purtroppo, una buona campagna di marketing può risultare più affidabile del miglior scienziato del mondo.