Circa un milione di persone muore ogni anno per la mancanza di accesso ad acqua potabile. I bambini e gli anziani sono i più vulnerabili. Ciò si traduce in quasi mille bambini morti ogni giorno a causa di malattie associate ad acqua contaminata. Lo sviluppo di una fornitura ben gestita e di sistemi igienico-sanitari senza l’impiego di acqua migliorerebbe notevolmente la qualità della vita di oltre 700 milioni di persone. In particolare per chi ha problemi ad accedere a una fonte continua di acqua di qualità.

Acqua dispersa

L’acqua dolce è una risorsa naturale essenziale per la vita, ma entro il 2025 metà della popolazione mondiale vivrà probabilmente in aree in cui l’acqua scarseggia. Attualmente, alcune città registrano perdite idriche superiori al 50%. Ciò indica un enorme spreco di questa risorsa vitale. La mancanza di una gestione ottimale genera notevoli sprechi. Inoltre, numerose risorse necessarie per trattare l’approvvigionamento idrico e la rete igienico-sanitaria vengono sprecate. Pertanto, è fondamentale disporre di una misurazione continua e accurata della rete idrica. Ciò garantisce una gestione ottimizzata, minimizzando così la percentuale di acqua persa.

water-networks-lowers-access

Il problema dell’acqua sprecata 

L’acqua non registrata è la differenza tra l’acqua immessa nella rete e la somma di tutti i contatori. Se i sistemi fossero perfetti, tale valore sarebbe pari a zero. Tuttavia, ciò non accade essenzialmente per due motivi:

In primo luogo, a causa di errori di misurazione. In secondo luogo, a causa di perdite nel sistema.

I progressi tecnologici consentono di ridurre le imprecisioni dei sensori. Ma d’altra parte, le perdite nelle reti di approvvigionamento sono principalmente dovute alla mancanza di manutenzione. È necessario rinnovare gli elementi che compongono le reti. Anche le reti idriche con pressione eccessiva possono causare perdite. C’è un ampio margine di miglioramento per ottimizzare e ridurre questa porzione di acqua non registrata.

In breve, il volume perso nella rete dipenderà dai seguenti fattori:

  1. Vecchiaia delle tubature
  2. Pressioni di sistema
  3. Variazioni giornaliere del flusso
  4. Sensorizzazione della rete
  5. Tempo di risposta dei gestori
  6. Collegamenti illegali

Attualmente, in alcune città le reti di approvvigionamento che registrano perdite di oltre il 50% dell'acqua

QatiumAssistente intelligente

Una strategia per prevenire la perdita d’acqua

È fondamentale proporre una buona strategia per la gestione delle perdite d’acqua. Proponiamo le seguenti domande per risolvere il problema:

  1. Quanto volume d’acqua si perde? È necessario calcolare il bilancio idrico della rete. Il bilancio idrico è dato dalla differenza tra il volume d’acqua immesso e quello fatturato.
  2. Dove si verificano le perdite? Un controllo della rete aiuta a individuare i punti in cui si verificano le perdite. A questo punto è di vitale importanza che la rete disponga di sensori per rilevare i punti in cui si verificano le perdite. Il trattamento dei dati è essenziale. Questa soluzione dovrebbe richiedere il minor tempo possibile. Ciò comporterebbe meno sprechi d’acqua.
  3. Perché si verificano perdite d’acqua? Individuare i motivi per cui si verificano le perdite ci consente di trovare una soluzione al problema. Per farlo è fondamentale avere un’ampia conoscenza della rete da gestire.
  4. Cosa possiamo fare per evitare le perdite? Avere una chiara strategia di controllo delle perdite è essenziale nella scelta di una soluzione efficiente ed efficace per il problema. Uno studio che utilizza la simulazione dello scenario consente di capire quale sia la soluzione ottimale.
  5. Come possiamo impedire che si verifichino perdite in futuro? Una volta risolto il problema, l’obiettivo è prevenirlo. È necessario mantenere una strategia sostenibile e preservare i risultati.
water-networks-pipe

Manutenzione delle condutture dell’acqua

Presente e futuro

La raccolta e l’analisi dei dati sono essenziali per stabilire una strategia ottimale per la riduzione delle perdite. Il miglioramento e la riduzione dei costi della sensorizzazione (IoT – internet delle cose) aprono un’ampia gamma di possibilità. Inoltre, i progressi nel trattamento di grandi volumi di dati (big data) sono assai utili. Il miglioramento delle tecniche di elaborazione attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale consente di effettuare progressi significativi nella riduzione delle perdite d’acqua . Grandi sfide ci aspettano dietro l’angolo; con gli strumenti giusti è possibile trovare una soluzione a problemi che oggi sembrano impossibili da risolvere.